sito Appunti d'arte tra le mie pagine: ____________L'ANTICA ICONOGRAFIA ORIENTALE:

lunedì 6 febbraio 2012

____________L'ANTICA ICONOGRAFIA ORIENTALE:


I significati dell'ICONA



Il termine Icona, derivante dal greco eikòn, significa "immagine", dunque per l'arte cristiana rappresenterebbe l'emanazione o la proiezione del Prototipo quale Immagine Sacra considerata vivente nel Mondo Celeste.

Sottolineando che (a prescindere dalla fede di ognuno di noi) poche persone sono a conoscenza che i Temi di questa Arte Sacra Orientale sono in realtà un "Linguaggio pittorico" utilizzato espressamente per fini di istruzione religiosa attraverso contenuti più precisamente definiti  come "non inventati dagli artisti" (sin dai primi secoli della cristianità) ma una "creazione" necessaria voluta e regolata dai Padri della Chiesa per poter continuare a seguire i Canoni della Tradizione Cristiana ed impedire così agli Artisti Iconografi di abbandonarsi all'immaginazione di una propria forma artistica, come invece lo è stato per la nostra cosidetta  "artificiosa" pittura occidentale.


Fondamento di ogni Tema Iconografico è il significato "artistico-estetico e teologico-filosofico" insito nella "struttura" stessa dell'Icona:
  • scelta particolare del Supporto ligneo  e sua accurata levigatura  - ab eterno ed ex nihilo -
  • sovrapposizione del Telo di lino a compensazione dei movimenti del legno - ma significante il movimento primordiale dell'Universo -
  • stesura del Gesso alabastrino bianco - come prima Luce creata - e della sua lisciatura - tabula rasa -  su cui tutto verrà "scritto" - (l'icona non si dipinge ma si scrive) - 
  • Disegno del Prototipo il cui contorno viene poi inciso - affinché rimanga come forma indelebile della volontà creativa Divina  -
  • applicazione del Fondo Oro - poichè il cielo è il fondamento cosmico della materializzazione della Luce Divina -
  • preparazione dei Colori ottenuti dai soli pigmenti minerali e vegetali, che nelle varie combinazioni, dallo scuro al bianco, riflettono la spartizione originaria: dalle  Tenebre verso la Luce -
  • miscelazione del colore con il Tuorlo d'uovo, separato dall'albume - metafora universale dell'Uovo cosmico
  • Contorno lineare-marcato dell'immagine con pigmento scuro  - confine preliminare della forma iniziale della materia, successivamente riempita con campiture di colore -
  • infine le Lumeggiature di un bianco puro - stanti ad indicare l'evidenza dell'intervento della Grazia Divina - 
Questo è il valore semantico dell'Icona ed il cammino percorso dagli Artisti del passato che l'hanno elaborato in Comunione con la Chiesa.

Le Norme dei Testi - o PODLINNIKI - dettano le Regole,
 però NON sono  da considerarsi come delle "catene" che soffocano la creatività,
ma piuttosto degli "argini" che la incanalano per rimanere fedeli alla tradizione,
cosicché la Sinfonia - delle linee e dei colori fondamentali - divenga
 VENERABILE  poiché:
l'Icona deve rispettare i Canoni ! -... ma i Canoni proibivano di fare delle copie!
i Modelli ispirano !  - ... ma i Modelli non si possono copiare!

 Allora apprendiamo quanto stabilisce un vecchio testo:

<.....quando ci si appresta a rifare i Modelli Tradizionali,
 inevitabilmente questi vengono riscritti in modo personale
perché la grafica esprime il carattere dell'Iconografo
ma l'Iconografia deve rivelare, indipendentemente dalla tecnica,
 la profonda e seria Coscienza Spirituale volta alla comune Preghiera.....>


by Davina.art - per www.pitturedeccellenza.org



Nessun commento:

Posta un commento